Apl sostiene Rinaldi alle europee di maggio

Apl sostiene Rinaldi alle europee di maggio

Apl sostiene Rinaldi alle europee di maggio

Apl con Antonio Maria Rinaldi

Aprilia in Prima Linea ha scelto. Sarà Antonio Maria Rinaldi l’uomo da sostenere per le prossime elezioni europee. E’ candidato nella Lega di Matteo Salvini. Come sempre il nostro Sodalizio non ha scelto in maniera approssimativa o per calcoli correntistici o di convenienza. Il nostro essere orgogliosamente indipendenti, e allergici ai dictat delle segreterie politiche, ci ha consentito di fare una valutazione libera. Abbiamo cernito con attenzione sia i singoli movimenti “sovranisti” e sia i candidati da essi espressi. Solo dopo abbiamo effettuato la nostra opzione. Non subendo alcun ordine di scuderia abbiamo agito con le mani libere. Abbiamo valutato lo spessore sia politico che umano dei candidati, e abbiamo scelto quello più simile a noi. E su cui non potevano esserci ombre ne passate ne futuribili. Siamo distanti anni luce dal modo di ragionare di chi solo ed esclusivamente per comunanza geografica, presume di essere il “candidato del territorio”. Senza aver mai condiviso pressochè nulla con noi. Antonio Maria Rinaldi non è uno sconosciuto ne per APL ne per Aprilia, infatti chi ha buona memoria se lo ricorda al nostro fianco nel novembre del 2016. Fu in un convegno dal titolo “Riprendiamoci le chiavi di casa” svoltosi in centro città. Sin dall’epoca le nostre strade si sono intrecciate e in questo lasso di tempo, abbiamo apprezzato la coerenza e la competenza del Professore, oltre che la sua verve e l’ottima comunicazione. Ma che tipo di candidato è Antonio Rinaldi? Semplice, è un uomo libero, non appartenente ad alcuna lobby ne a consorterie industriali o sindacali. Egli è un uomo di studi – per noi fondamentale – e di comunicazione. Ricordiamo che egli è stato l’ideatore del famoso sito scenarieconomici.it, divenuto il megafono  delle teorie cosiddette euroscettiche. Il prof. Rinaldi ora è un volto noto e onnipresente nel talk show politici, e non è un caso. Infatti ha avuto il compito di rappresentare le idee del partito di Matteo Salvini nei salotti televisivi direttamente dal leader stesso, senza alcun intermediario. Un giusto riconoscimento e un modo chiaro di premiare la competenza, mandando in tv chi ha i titoli per parlare. Riteniamo di grande importanza che egli si vada ad aggiungere ai vari Claudio Borghi Aquilini e Alberto Bagnai. Rafforzando sempre di più le tesi economiche e politiche a noi care, di radicale critica alla moneta unica e ai meccanismi di decisione europei germanocentrici. Abbiamo deciso di appoggiare un uomo che alla domanda: “La Sovranità appartiene al popolo o allo spread?” risponda categoricamente “al popolo!”. Non a caso così si chiama un libro scritto proprio da lui e dai suoi sodali tra cui il Prof. Paolo Savona. Nei giorni scorsi una nostra delegazione ha incontrato il prof. Rinaldi per stringere un patto tra gentiluomini. Non solo per queste elezioni, ma un accordo che porti la nostra città, troppo spesso usata solo come bacino elettorale, ad avere nuovamente un rappresentante serio e competente nel prossimo parlamento europeo. Non possiamo a questo punto non approfittare per ringraziare colui che fino a poche settimane, è stato il nostro referente nell’europarlamento cioè Mario Borghezio. A lui rivolgiamo un caloroso saluto e un arrivederci, poichè siamo certi che sarà presto nuovamente protagonista. Per tornare al prof. Rinaldi e al nostro colloquio, egli ci ha dimostrato non solo di conoscere quali sono le priorità politiche care ad APL. Ma anche di sapere di quali importanti problemi il nostro territorio soffre. La sua storia personale e le sue battaglie “in prima linea”, sui temi del recupero della Sovranità sia in campo politico che economico, ce lo hanno reso tra i papabili sin da subito per il nostro sostegno. Molta importanza ha rivestito il suo parlare chiaro e la sua attenzione al benessere dei cittadini. In particolar modo in una terra difficile come la nostra, sia per le questioni legate all’occupazione che alla sicurezza e all’ambiente. Antonio Maria Rinaldi non è uomo che si nasconde, non vuole passare per ciò che non è, vuole farsi capire ed apprezzare con schiettezza e senza giri di parole. La sua storia personale parla da sola, egli allievo del già citato prof. Savona – spauracchio degli euroinomani – è giunto a una fase della vita dove vuole mettere la sua esperienza al servizio della Patria. Questa parola egli non ha timore di usarla, conscio del suo profondo significato. Le sue posizioni in merito alla “legittima difesa” e sull’uso delle armi oltre che sull’immigrazione, hanno fatto il resto. E poi egli non teme nessuna “questione morale”, tanto attuale in questi giorni. Mettetevi nei nostri panni, secondo voi avremmo mai appoggiato un uomo del quale avevamo dubbi sulla sua integrità? Egli si è dimostrato “sordo” sia ai richiami di “imprenditori interessati” e sia all’ingerenza di particolari “famiglie” radicate sui territori. Altri possono dire lo stesso? Aprilia in Prima Linea è felice. Felice di schierarsi apertamente e di fronte ai cittadini della nostra città per un uomo di valore. Felice di aver trovato e non subìto, un candidato che per la nostra terra può fare tanto. Felicissima ed orgogliosa di sapere che tanti apriliani saranno al nostro fianco in questa battaglia, che ci porterà a guadagnare per il nostro territorio lo spazio che merita e che finora non gli è stato concesso. 

Rinaldi ospite di APL nel 2016

 

Autoreapriliainprimalinea

Commenti disabilitati